Home Musica Alimentatori universali stabilizzati: cosa sono e a cosa servono

Social Network

Ti è piaciuto questo articolo?

Alimentatori universali stabilizzati: cosa sono e a cosa servono

Alimentatore universale stabilizzato: cos'è e tipologie
Tutte le apparecchiature elettroniche necessitano di un’alimentazione in corrente continua, regolata e filtrata.

A questo scopo nascono gli alimentatori stabilizzati: adattatori in grado di erogare una tensione di alimentazione continua fissa o variabile a fronte di una corrente di alimentazione alternata in ingresso.

Vediamo insieme come sono fatti e come vengono utilizzati.

Alimentatore universale stabilizzato: come è fatto?

Un alimentatore stabilizzato è composto da una serie di componenti installati in successione che formano uno schema a blocchi costituito da una serie di passaggi indispensabili.

In testa allo schema troviamo il trasformatore di rete, incaricato di smorzare il valore di tensione di alimentazione in ingresso, generalmente pari a 220V, e di portarlo a valori dell’ordine dei 9V. In seguito a questo passaggio la corrente continua a essere di tipo alternato.
Qui entra in gioco il ponte raddrizzatore, o “ponte di Graetz”, il cui scopo è quello di stabilizzare l’onda del segnale sinusoidale in ingresso.

Composto da una serie di diodi, il raddrizzatore provoca una caduta di tensione che fa sì che si abbia un segnale attenuato.
Anche dopo esser passato attraverso il raddrizzatore, il segnale in uscita presenta ancora lievi variazioni d’onda e piccole ondulazioni residue, che vengono livellate attraverso un apposito filtro installato all’interno dello stabilizzatore.
Questo componente è in grado di accumulare energia nei momenti di carico intenso e di fornirla in caso di ammanco, funzionamento che elimina la maggior parte delle oscillazioni residue.

In coda al circuito troviamo lo stabilizzatore, o regolatore, che ha la funzione di attenuare ulteriormente il valore delle ondulazioni rimaste nonostante il passaggio attraverso il filtro di livellamento. Finalmente si ha una tensione in uscita continua in modo perfetto.

Alimentatori universali stabilizzati: lineari o switching?

Di alimentatori stabilizzati ne esistono di infinite tipologie. Tutte, in ogni caso, fanno capo a due grandi famiglie caratterizzate da una serie di vantaggi e svantaggi, che le rendono adatte in determinate situazioni.

Gli alimentatori stabilizzati di tipo lineare posseggono un circuito integrato che eroga una tensione continua di valore inferiore rispetto a quella in entrata. Si prestano particolarmente bene per quelle applicazioni che necessitano di un apparecchio facile da utilizzare, con costi contenuti e con pochi componenti esterni.

Al contrario degli stabilizzatori lineari, gli stabilizzatori switching non sono caratterizzati da un funzionamento continuo, ma possono variare con una frequenza più o meno elevata e inviare un comando dinamico a un transistor di potenza, posizionato al loro interno. Molto più versatili rispetto ai lineari, gli stabilizzatori switching sono in grado di fornire una tensione di valore inferiore, superiore o uguale rispetto a quella in ingresso.

Alimentatore universale stabilizzato: a cosa serve?

L’alimentatore stabilizzato entra in gioco ogniqualvolta una qualsiasi apparecchiatura elettronica debba essere alimentata. La corrente in ingresso alternata viene erogata in maniera continua, dopo essere stata filtrata e stabilizzata e può essere utilizzata in infinite applicazioni.

Gli alimentatori stabilizzati per pc sono, forse, quelli con cui siamo più soliti avere a che fare: venduti insieme al computer, sono necessari per un’alimentazione sicura del nostro portatile. Molto utilizzati sono anche gli alimentatori stabilizzati per amplificatori di antenna tv. Questi vengono collegati al cavo di antenna e alimentano, dall’interno dell’appartamento, l’amplificatore del segnale TV attraverso il normale cavo coassiale dell’antenna.

I radioamatori trovano negli alimentatori switching ong>un valido alleato nel contrastare ogni interferenza sonora e nell’evitare over load e corti accidentali.

L’alimentatore stabilizzato trova anche applicazione nell’alimentazione delle apparecchiature elettroniche dei camper, delle telecamere e delle pedaliere per i chitarristi. Uno strumento, insomma, indispensabile nella vita di tutti i giorni.

Alimentatore universale stabilizzato Trevi TA 127

Alimentatore Universale Stabilizzato 27w – 2250mA Trevi TA 127 E

Esempio di alimentatore completo di 9 adattatori per connessioni universali, il TA 127 E può alimentare TV Led, Mp3, lettori Dvd portatili, radio e altri dispositivi che richiedono potenza e tensione fino a 12V in C.C.

Caratteristiche Tecniche:

  • Tecnologia switching ad alta efficienza, CEC livello IV
  • Conforme EUP standard livello 2
  • Ingresso: C.A. 100-240V 50Hz
  • Uscita: C.C. 3/4,5/5/6/7,5/9/12V, 1000mA max
  • Protezione contro cortocircuiti e sovraccarichi
  • Indicatore led di accensione
  • Approvazione TUV-GS
  • Dimensioni: 75 x 43 x 32 mm

Acquistalo ora su Amazon!


Articoli Correlati

Switch Off: nuovo TV o decoder, cosa scegliere?

La data dello switch off: acquistare un nuovo TV o un decoder da associare al proprio dispositivo? Cosa scegliere tra i due?

Switch off: da MPEG-2 a MPEG-4

Dal 15 ottobre, come ormai sappiamo bene,...

Bonus TV: come funziona il bonus per la rottamazione

Da lunedì 23 agosto è possibile richiedere il bonus tv fino a 100€ per la rottamazione di vecchi dispositivi e acquisto di nuovi: ecco come richiederlo