Home Video Decoder: differenza tra digitale terrestre e satellitare

Social Network

Ti è piaciuto questo articolo?

Decoder: differenza tra digitale terrestre e satellitare

Differenza tra digitale terrestre e satellitare

Differenza tra digitale terrestre e satellitare

Sicuramente ne hai già sentito parlare, ma sai nello specifico qual è la differenza tra un decoder digitale terrestre e un decoder satellitare?

Alla base delle differenze tra le due tecnologie ci sono le modalità di trasmissione del segnale TV.

Il digitale terrestre infatti sfrutta i trasmettitori che si trovano sul territorio e un segnale che viene inviato alle classiche antenne TV.

Il satellitare invece si appoggia a satelliti che si trovano nello spazio e che trasmettono il segnale verso le antenne paraboliche installate nelle varie abitazioni.

I flussi di dati, audio e video, vengono decodificati in maniera differente e anche la qualità degli stessi varia.


Clicca qui e scopri quale decoder digitale terrestre comprare


Decoder Digitale Satellitare "Free to Air" Trevi SAT 3387 FA con Full HD
Decoder Satellitare 3387 FA con ricevitore SAT “Free To Air” per ricevere canali da satellite in chiaro / Sistema DVB-S/DVB-S2 / Compatibile MPEG-2, MPEG-4, H 264/ Supporta Full HD 1080P / Riproduttore File da USB

Decoder Digitale Terrestre HD DVBT / T2 / HEVC codec H.265 Trevi HE 3388 TT
Decoder Digitale Terrestre HD DVBT / T2 / Registra e rivede i programmi TV su memoria USB, Uscita HDMI / Collegamento presa Scart + Ingresso USB 2.0 + Telecomando

Esistono decoder digitale terrestre e satellitare insieme?

Ti chiederai se in commercio esistano dei decoder che racchiudano in un unico dispositivo le caratteristiche del digitale terrestre e del satellitare.

Ebbene sì!

Si tratta dei cosiddetti Decoder Combo, apparecchi che ti permettono di ricevere sia canali Dtt che Sat.

Ovviamente per poter utilizzare un device di questo tipo è opportuno che la tua casa sia dotata sia di una comune antenna per digitale terrestre che di una parabola per il comparto satellitare.

Esistono molteplici decoder combo in commercio, che si differenziano per caratteristiche e prezzo.

Alcuni di questi sono appositamente pensati per accedere a piattaforme di contenuti in chiaro o a pagamento, mentre altri ti consentono di vedere tutto in HD o addirittura di registrare i tuoi programmi preferiti.

A cosa serve la Scart nel decoder digitale terrestre?

Con la cosiddetta “presa Scart” il collegamento tra i due dispositivi risulta essere analogico.

Cosa comporta questo?

Semplicemente che i segnali in uscita dal decoder, che siano audio o video, vengono trasformati in formato analogico, andando di conseguenza a perdere dei dati e quindi con un susseguente calo della qualità delle immagini e del sonoro.

La Scart non supporta l’HD né il Dolby Surround.

Attualmente la maggior parte dei device sono invece dotati di un collegamento HDMI, uno standard attraverso cui il segnale non viene compresso, ma viene mantenuto per intero in digitale, perciò i dati audio/video non subiscono modifiche e la qualità è la migliore possibile.

Tuttavia la vecchia SCART può tornarti molto utile nel caso tu voglia registrare dei programmi criptati, poiché solamente tramite l’utilizzo di tale tecnologia puoi effettuare questa operazione.

Lo standard HDMI infatti è stato ideato associandovi un sistema di protezione per i contenuti protetti da Copyright, con lo scopo di contrastare la pirateria digitale.


Clicca qui e scopri il Mini decoder digitale terrestre e il decoder digitale HDMI/Scart


Cosa significa dtv o atv?

Se hai una TV con decoder integrato e al momento della sintonizzazione dei canali ti trovi davanti alle sigle DTV e ATV non devi farti prendere dal panico.

Infatti questo dipende semplicemente dal fatto che questi dispositivi ti danno la possibilità di memorizzare i canali sia con il segnale del digitale terrestre che facendo uso del vecchio segnale analogico.

Potrai perciò decidere se creare una sola lista, selezionando esclusivamente DTV (DIGITAL TELEVISION cioè digitale terrestre), o memorizzare anche le varie frequenze in analogico, scegliendo appunto ATV (ANALOG TELEVISION).

Cosa serve per vedere i programmi a pagamento?

Se i canali in chiaro non ti bastano più e vuoi vedere contenuti esclusivi, come film appena usciti al cinema, eventi sportivi, serie TV in prima visione e tanto altro, hai la necessità di scegliere un abbonamento Pay TV.

Attualmente esistono tantissime offerte interessanti e lo sviluppo tecnologico ha consentito di mettere a punto strumenti che ti consentono di portare con te il tuo abbonamento ovunque ti trovi.

Smartphone, tablet e PC ti permettono infatti di usufruire dei vantaggi della Pay TV anche quando sei fuori casa, ad esempio in vacanza, rendendo l’adesione alle varie offerte ancora più conveniente.


Guarda i nostri decoder satellitare e digitale terrestre!


Articoli Correlati

Decoder gratis per over 70: come ottenerlo con Poste Italiane

Il 2022 doveva essere l’anno della grande...

Videocamera sportiva: i migliori modelli per qualità-prezzo

Come scegliere la migliore videocamera sportiva per rapporto qualità-prezzo? Ecco due modelli economici e di qualità marchiati TREVI!

I migliori speaker bluetooth portatili a meno di 55€: la linea XR JUMP

Come scegliere il miglior speaker bluetooth portatile al giusto prezzo? Ecco una lista tra cui scegliere!