Home In Evidenza Switch Off e cambio canali TV: Cosa cambierà?

Social Network

Ti è piaciuto questo articolo?

Switch Off e cambio canali TV: Cosa cambierà?

Il 1° Settembre 2021 si avvicina! 

No, non è il giorno del giudizio, né la data della fine del mondo Rimane però un giorno importante che darà inizio ad un considerevole periodo di transizione nel mondo della tecnologia e, in particolare, della televisione. 

Dal 1° Settembre 2021, infatti, inizierà in Italia la prima fase del periodo di “Switch Off”, come è stato soprannominato, che si svilupperà progressivamente fino al 31 dicembre 2021. Forse avrai già sentito parlare dello switch off TV, ma in che cosa consisterà esattamente? 

Switch Off TV: cos’è? 

Viene comunemente definito switch off tv, il cambiamento di cui si sta parlando già da diverso tempo e che coinvolgerà la tecnologia di trasmissione televisiva in Italia. 

Lo switch off delle TV è dovuto principalmente all’introduzione del nuovo sistema DVB-T2, un nuovo modello di trasmissione che stravolgerà l’attuale standard utilizzato dal digitale terrestre. 

Più nello specifico, assisteremo all’introduzione di una nuova tecnologia di trasmissione del digitale terrestre, il sistema DVB-T2 appunto, che andrà a sostituire l’attuale DVB-T.

Lo switch off tv porterà ad una vera e propria “rivoluzione” negli standard di trasmissione che coinvolgerà la trasmissione dei canali TV e gli stessi dispositivi di ricezione come TV e decoder

Anche senza essere appassionati di tecnologia e di standard di frequenza, è bene quindi comprendere che cos’è davvero lo switch off tv e, soprattutto, quali impatti pratici avrà per la fruizione dei canali TV da parte degli utenti. 

Andiamo quindi a vedere i motivi dello switch off tv e quali saranno i suoi effetti, per arrivare preparati a questo importante stravolgimento. 

Perché lo Switch Off TV? 

L’introduzione del nuovo sistema DVB-T2 e la conseguente transizione dagli standard attuali alla nuovo modello di trasmissione sono frutto delle nuove direttive introdotte dal Ministero dello Sviluppo Economico per allinearsi alle Normative Europee per “L’Uso efficiente dello spettro e transizione alla tecnologia 5G”. Ma perché questo passaggio è necessario? 

Lo Switch Off, grazie al passaggio al nuovo sistema di trasmissione,garantiràuna maggiore qualità nella fruizione della televisione, una migliore qualità video e una maggiore stabilità di frequenza dei canali tv gratuiti. 

Si tratta quindi di un intervento migliorativo per quanto riguarda il mondo delle trasmissioni televisive, tuttavia l’introduzione del nuovo DVB-T2 ha un obiettivo ben più grande e che va oltre il solo settore televisivo. 

Il vero scopo di questo cambiamento è infatti quello di facilitare l’introduzione della tecnologia 5G, in Europa e nel nostro Paese. 

Il nuovo standard di trasmissione DVB-T2 è appositamente pensato, infatti, per variare le frequenze di trasmissione dei canali TV e liberare così le frequenze sui 700 Mhz, attualmente sfruttate dai canali TV, ma necessarie per le reti mobili 5G di ultima generazione. 

Come detto quindi, lo switch off andrà certamente ad influenzare positivamente la qualità della trasmissione dei canali tv, ma è uno stravolgimento pensato con uno spettro più ampio per accogliere l’avanzamento tecnologico delle reti ad alta velocità. 

Tornando però al mondo delle trasmissioni TV, cosa comporterà lo switch off tv? 

Quando avverrà lo Switch Off tv e cosa comporta?

Partiamo esplicitando tutte le date utili relative allo switch off TV.

Come già detto, il passaggio è stato pianificato in due fasi. La prima fase è già iniziata dal 1° Gennaio 2021 in alcuni Paesi che ricevono le frequenze italiane, come quelli della Ex Jugoslavia, mentre l’inizio della prima fase per l’Italia è appunto fissato per il 1° Settembre 2021. 

Questa prima fase comporterà l’abbandono della codifica MPEG-2, l’introduzione della codifica MPEG-4 e, di conseguenza, l’oscuramento di tutti i dispositivi SD (standard definition) ovvero di tutti quei dispositivi che non consentono la trasmissione di contenuti HD. 

Successivamente a questa prima fase, la seconda fase durerà solo 10 giorni, dal 21 al 30 giugno 2022, durante i quali verrà completato lo switch off tv, passando definitivamente dallo standard di trasmissione DVB-T al nuovo DVB-T2

Cosa comporterà tutto questo per l’utente finale? Ci sono alcuni importanti

cambiamenti che è importante tenere in considerazione. 

In primo luogo, l’approdo del nuovo digitale terrestre porterà importanti cambiamenti alle numerazione delle frequenze di trasmissione e, di conseguenza, dei canali TV, con l’addio di alcune reti televisive attualmente presenti. 

Questo cambio di frequenze però non implicherà soltanto una ricalibrazione dei canali, facilmente programmabile con pochi tasti sul telecomando. 

Le vere conseguenze dello switch off tv si avranno infatti sui dispositivi, costringendo molti utenti ad adattarsi ai nuovi standard tecnologici, se non ancora in possesso di televisori o decoder adatti ad accogliere questo cambiamento. 

Proprio per agevolare questo passaggio, lo Stato Italiano ha predisposto un bonus TV da 50 euro, applicato dal rivenditore al momento dell’acquisto di un TV o decoder DVB-T2.

Per poter ottenere il bonus, basterà presentare una dichiarazione sostitutiva contenente: nucleo familiare, reddito ISEE fino a 20.000 euro e attestazione che i componenti del nucleo familiare non hanno già usufruito del bonus.

E tu sei pronto per accogliere lo Switch Off TV? Possiedi già una TV di ultima generazione che supporti il nuovo sistema di trasmissione o un decoder idoneo per il nuovo sistema DVB-T2? 

Se non sai cosa scegliere consulta la nostra guida su come scegliere un televisore.

Intanto, ecco qualche modello marchiato Trevi tra cui scegliere per arrivare preparato allo switch off TV. 

Switch Off TV: quali dispositivi acquistare

LTV 4008 SMART (TV SMART HD MULTISYSTEM -SAT- HD DVB/T2 – DVB-S/S2)

La soluzione ideale per affrontare il cambiamento che ci attende.
Trevi LTV 4008 SMART è dotata di ricevitore satellitare DVB-S/S2 per ricevere i programmi gratuiti da Digitale Terrestre MPEG-2 e MPEG-4 in alta definizione HD e per visualizzare i canali in chiaro “free to air” MPEG-2 e MPEG-4.

Lo schermo LED – LCD da 40” (101 cm diagonale) a 16:9 ti permetterà di immergerti nei tuoi programmi preferiti, facendoti vivere un’esperienza visiva di massima qualità grazie all’alta definizione ed alla retro illuminazione diretta D-LED che esalta la nitidezza dei colori.

Switch off tv - LTV 4008

Ecco le ulteriori Informazioni tecniche che completano LTV 4008 SMART:

  • Smart Android Tv e OS Android 9.0
  • Alimentazione 110-240V 50/60Hz
  • Risoluzione max 1920×1080 dpi Full HD
  • Memoria interna 8GB – RAM 1GB
  • Navigazione su Internet tramite connessione LAN rj45 O CONNESSIONE Wi-Fi 802.11 b/g/n 
  • Funzione HOTEL (blocco sorgenti e volume)
  • CI+ Common Interface CAM HD – CAM SAT HD / Pay per View HD
  • Funzione SLEEP spegnimento automatico
  • Funzione TELETEXT
  • Lettore multimediale video, mp3, jpeg
  • Due ingressi USB 2.0 – 3 ingressi HDMI ed ingressi Audio/Video/VGA/Audio PC

LTV 3209 SMART (TV SMART HD MULTISYSTEM – SAT – HD DVB/T2 – DVB-S/S2)

Per affrontare lo switch off tv, con un dispotivo adeguato ma dalle dimensioni ridotte, Trevi LTV 3209 SMART è il dispositivo perfetto. 

Il ricevitore HD DVBT-T2 e quello Tv per il Digitale Satellitare DVBS-S2 ti permetteranno di ricevere i tuoi programmi gratuiti da Digitale Terrestre e di visualizzare canali in chiaro “free to air” MPEG -2 e MPEG -4 con l’alta qualità dello schermo LED – LCD 32” (81cm) da 16:9, regalandoti un’esperienza visiva unica, con un ingombro ridotto.

Switch off tv - LTV 3209

Le specifiche tecniche di LTV 3209 SMART:

  • Alimentazione 110-240V 50/60Hz
  • Risoluzione max 1336×768 dpi HD Ready
  • Smart Android Tv e OS Android 9,0 “Pie”
  • Memoria Interna 4Gb – RAM 1GB
  • Navigazione su Internet tramite connessione LAN RJ45 o connessione Wi-Fi 802.11 b/g/n
  • Retro illuminazione diretta D-LED
  • CI+ Common Interface CAM HD – CAM SAT HD / Pay per View HD
  • Lettore file multimediali video, mp3, jpeg
  • Ingresso USB 2.0 – 3 Ingressi HDMI
  • Ingresso Audio/Video/VGA

Nel caso non volessi acquistare una nuova TV, un’altra soluzione per non rimanere tagliati fuori dallo switch off tv è quella di acquistare un decoder da collegare alla TV che supporti il sistema di trasmissione DVB-T2.

HE 3368 T2 – DECODER DIGITALE TERRESTRE HD DVB – T2 CON H.265/HEVC

Questo modello di decoder marchiato Trevi converte la tua tv analogica in digitale terrestre Full HD/DVB-t2/HEVC. 

Il decoder HE 3368 T2 si presta ad essere utilizzato anche come lettore di file multimediali HEVC, HD Mpeg-4, Mp3, Jpeg, è semplice da installare, non occupa troppo spazio e si collega direttamente all’esistente impianto d’antenna.

Decoder switch off

Ecco le caratteristiche tecniche del DECODER HE3368 T2:

  • Alimentazione 100-240V 50/60Hz
  • Dimensioni 140x85x30mm
  • Compatibile con i formati video 576i/576p/720p/1080i/1080p
  • Collegamento Scart, HDMI ed ingresso USB 2.0
  • Led display
  • Nuovo circuito con tecnologia per il risparmio energetico (ecosave energy)

Ora hai tutte le informazioni che ti servono per prepararti allo Switch Off!

Articoli Correlati

La storia del TV: dalle origini allo Smart TV

La storia e l'evoluzione del TV: dal primo modello elettro-meccanico agli smart tv di oggi, come è cambiato il televisore nel corso degli anni.

Le nuove etichette energetiche per TV e elettrodomestici

Da Marzo 2021 entrano in vigore le nuove etichette energetiche per TV ed elettrodomestici. Cosa cambia nell'etichetta.

Pro e contro del 5G: facciamo chiarezza

5G: ne parlano tutti e sta iniziando a diffondersi nelle più grandi città italiane, ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi della nuova rete?