Home In Evidenza Radio DAB: che cos’è e come funziona

Social Network

Ti è piaciuto questo articolo?

Radio DAB: che cos’è e come funziona

DAB: che cos’è? Mai sentito parlare? 
No, non quel genere musicale dai ritmi incomprensibili e dai suoni assurdi. Ci hai provato ma no, quella è la DUB. Con la U. 
Però non ci sei andato troppo lontano, sempre di suono si tratta, in fondo. 

DAB (con la A) sta per Digital Audio Broadcasting ed è il nome di uno standard di radiodiffusione digitale che permette la trasmissione di programmi radiofonici. In parole più semplici, con DAB si indica una tecnologia per le frequenze radio. 

Tipo AM/FM? Esatto! Solo che quelle sono frequenze analogiche, mentre DAB è uno standard di trasmissione digitale. Possiamo dire che, in un certo senso, la tecnologia DAB è l’evoluzione delle frequenze AM/FM e quella destinata a sostituirle in futuro.

Più chiaro ora cosa si intende quando si parla di DAB? Bene, perché sappi che esiste pure la DAB+. 

Quindi, di nuovo, che cos’è DAB+? 

Se abbiamo detto che DAB è una sorta di evoluzione delle frequenze AM/FM, allora possiamo dire che DAB+ può essere considerata un’evoluzione della tecnologia DAB. Questo perché lo standard di diffusione DAB+ integra il codec HE-AAC+ della famiglia MPEG-4 e, rispetto alla tecnologia DAB, ciò permette di trasmettere non solo l’audio, ma anche immagini, ampliando così la gamma di contenuti informativi che possono essere trasmessi. 

La diffusione della radio digitale

Ti sarà forse capitato di sentire parlare quindi di DAB e DAB+ e, di conseguenza, di Radio DAB. Questo proprio perché la tecnologia DAB non rappresenta soltanto il futuro della radio, ma già oggi ha un ruolo di grande rilievo in tutto il mondo. 

In Italia, ad esempio, la radio digitale raggiunge circa l’80% della popolazione digitale, ricoprendo oltre 6000 chilometri di autostrada.

Ciò non significa che le frequenze analogiche scompariranno a breve. Al momento, infatti, non è prevista la completa disattivazione del segnale analogico. Tuttavia, la grande diffusione di nuove apparecchiature che adottano il segnale digitale indica un futuro sempre più orientato verso le frequenze digitali e anche alcune norme sembrano andare nella stessa direzione.

Seguendo quanto scritto nell’emendamento della legge di stabilità del 2018, dal 1° giugno 2019 tutte le apparecchiature radiofoniche distribuite ai rivenditori nazionali devono avere almeno un’interfaccia per la ricezione del segnale digitale che quindi consenta di ascoltare radio digitale DAB o DAB+. Legge che proprio dal 1° gennaio 2021 si è estesa fino ai consumatori finali, richiedendo che tutti i dispositivi idonei alla ricezione della radiodiffusione abbiano, come sopra, almeno un’interfaccia per ricevere i servizi della radio digitale, comprendendo così anche device come smartphone e altri. 

Allargando il discorso della diffusione della radio digitale in ambito internazionale, secondo quanto riportato da Confindustria Radio TV sempre più paesi in Europa stanno adottando DAB o DAB+ come standard di trasmissione radio, con l’emergere di sempre più programmi digitali. 

Sono già 30 infatti i paesi che hanno scelto di trasmettere attraverso la tecnologia digitale, scegliendo così una migliore qualità del suono e un’alternativa più efficiente alle frequenze analogiche.

Radio DAB: come funziona esattamente? 

Ora forse è un po’ più chiaro che cos’è una Radio DAB. Ma come funziona tecnicamente questo standard di radiodiffusione? 

Attenzione perché sta per arrivare la parte per nerd. Avvisato.

Per spiegare con semplicità il funzionamento di DAB o DAB+ possiamo dire che la radio digitale utilizza dei trasmettitori pensati appositamente per questo standard che permettono di inviare canzoni, contenuti (e quindi audio in generale) sotto forma di stringhe di numeri. Il vantaggio nell’utilizzare questa modalità di trasmissione sta nell’efficienza della trasmissione: indipendentemente da ciò che si può trovare lungo il percorso tra la radio e il trasmettitore, lo standard DAB riesce quasi sempre a garantire l’arrivo del segnale senza troppi problemi. 

Questo perché, proprio per evitare possibili interferenze, il segnale di una radio digitale viaggia su una banda larga 1500 volte più ampia di quelle normalmente utilizzate dalla radio analogica. 

E quando, per qualsiasi ragione, il segnale DAB non risulta disponibile? Ecco che la radio digitale ricerca la medesima emittente tra le frequenze FM, ammesso che il segnale sia emesso in simulcast

Troppo complicato? Fortunatamente per te allora la piccola sezione in lingua nerd è appena terminata. Ora torniamo all’italiano.

Radio DAB: i 7 vantaggi rispetto alle frequenze FM

Abbiamo visto cos’è una Radio Dab, abbiamo parlato della sua diffusione e ci siamo pure soffermati a capire le basi del suo funzionamento. Rimane solo una domanda a cui dare risposta: quali sono i vantaggi concreti della radio digitale rispetto alle frequenze analogiche? 

In parte abbiamo già accennato alcuni punti di forza della radio DAB, ma se volessimo fare una piccola lista, ecco quali sarebbero i 7 vantaggi principali offerti dallo standard di trasmissione digitale

  1. La banda di trasmissione DAB+ occupa circa 1.5 Mhz dello spettro delle frequenze e questo permette di trasmettere fino a 7-8 emittenti al suo interno.
  2. L’utilizzo di uno standard di trasmissione digitale consente di avere sempre la stessa frequenza per un canale su tutto il territorio nazionale. 
  3. Oltre ad essere più efficiente in termini qualitativi, la radio digitale offre maggior efficienza anche in termini di potenza necessaria per il segnale, inferiore rispetto alla radio analogica. 
  4. Lo standard di trasmissione digitale offre comode funzionalità come la ricerca automatica della giusta stazione in base alla posizione dell’ascoltatore.
  5. La radio DAB offre anche numerosi servizi multimediali assenti nelle radio analogiche.
  6. Per le sue caratteristiche tecniche e il suo funzionamento una radio DAB garantisce un audio estremamente più limpido e pulito rispetto ad una radio tradizionale. 
  7. Rispetto alla radio analogica, quella digitale presenta molti meno problemi relativi al peggioramento del segnale derivante dalle interferenze di altre fonti di segnale differenti. 

Dunque, se sei arrivato fino a qui allora adesso conosci la risposta alla domanda: “Che cos’è la DAB?” e alla prossima occasione potrai fare bella figura con l’amico di turno. 

Ti lasciamo anche i link delle alcune delle nostre Radio DAB:
DAB 795 R
DAB 7F92 R 
DAB 7F96 R
DAB 7F94 R
DAB 793 R
DAB 7F90

Così dopo la tua lunga spiegazione all’amico, potrai chiudere con un soddisfatto: “Ecco, guarda, sono come queste!”

Articoli Correlati

Tablet per bambini: formazione e intrattenimento a portata di touch

Il tablet per bambini è il dispositivo perfetto per i primi passi "digitali" dei più piccoli, in totale sicurezza e con funzioni per la crescita e la didattica.

Monitoraggio del sonno: i benefici degli smartband

Il sonno e la qualità del sonno sono fondamentali per il benessere e la salute. Grazie allo smartband possiamo monitorare accuratamente il nostro riposo.

La storia del TV: dalle origini allo Smart TV

La storia e l'evoluzione del TV: dal primo modello elettro-meccanico agli smart tv di oggi, come è cambiato il televisore nel corso degli anni.